Il sito web è uno strumento fondamentale per tutti i professionisti e, nello specifico, per coloro che utilizzano il digitale come biglietto da visita per la loro azienda, che essa sia online oppure fisica. Il corretto funzionamento del sito permette di incrementare il traffico di visitatori e, quindi, è un chiaro attrattore di potenziali clienti. Quando la visualizzazione del sito è lenta, difficoltosa o non ottimizzata su alcuni dispositivi, è difficile che un cliente possa rimanere colpito e interessato a quanto vi è sul sito, anche nel caso i cui i contenuti siano di qualità. La velocità del sito web, infatti, incide profondamente sui SEO e sul posizionamento nei motori di ricerca. Google ha dichiarato che la velocità di caricamento dei siti web è considerato come uno dei fattori principali di ranking: vuol dire che il sito sarà penalizzato nel posizionamento dei risultati di ricerca se esso è lento. Vediamo quali sono i test che si possono fare per verificare la velocità del sito su WordPress.

Testare la velocità per la navigazione

Per verificare la velocità del sito su WordPress sono disponibili diversi strumenti online di semplice utilizzo. I siti web che forniscono questo servizio chiederanno di inserire l’URL del sito da analizzare e restituiranno una pagina di resoconto in cui è indicato il “fully loaded time”, ovvero il tempo di caricamento complessivo del sito web. Solitamente questo tempo è dato in secondi e il range ottimale per considerare un sito come veloce è tra uno e tre secondi. Se il sito supera questa tempistica deve essere ottimizzato, al fine di permettere un più rapido caricamento delle pagine e delle eventuali immagini presenti. Bisogna tener conto che la velocità potrebbe essere differente a seconda del dispositivo che si utilizza, personal computer o cellulare, così come il sistema operativo, che sia android o iOS. Anche l’area geografica può influire sulla velocità di caricamento del sito ed è un parametro che non tutti gli analizzatori considerano, questi test sono spesso utilizzati per capire dove e come velocizzare il sito wordpress che si sta gestendo.

Quali possono essere le cause della lentezza del tuo sito wordpress?

Vi possono essere moltissime cause per le quali il sito web non si carica entro i canonici tre secondi. Una di queste può essere la struttura stessa del sito, soprattutto se esso presenta moltissime immagini in alta definizione. Le immagini, infatti, devono essere ottimizzate per la visualizzazione da browser. Allo stesso modo, i responsabili del rallentamento sono gli script esterni (come gli annunci, ad esempio). È sempre bene adottare un approccio minimale alla realizzazione della homepage, senza troppe immagini o link che, se non sono funzionanti, contribuiscono ad appesantire il caricamento. Essere a conoscenza di queste nozioni di base permetterà un utilizzo maggiormente coscienzioso anche degli strumenti che sono necessari all’analisi della velocità del sito.

Google Pagespeed Insights

Google fornisce la possibilità di usufruire del test di velocità, mediante il tool chiamato Pagespeed Insights. Esso fornisce, oltre la velocità di caricamento, anche altre metriche aggiuntive e sono utile per ottenere i dati statistici di traffico sul sito web, così come i consigli utili per migliorare le prestazioni del sito. Google Pagespeed Insigths, però, restituisce i dati della velocità in relazione alla geolocalizzazione, perdendo così un importante dato per verificare se la velocità del sito sia sempre la stessa a seconda del paese dal quale si sta navigando. Quest’ analisi vale sia per la navigazione con il browser da pc, sia da tablet o cellulare.

Pingdom Tools

Un’alternativa equivalente a Google Pagespeed Insights è Pingdom Tools, con la possibilità aggiuntiva di scegliere il server, posizionato in una qualsiasi parte del mondo, da cui effettuare il test. Pingdom tools restituisce dei dati molto completi e anche i suggerimenti su come procedere all’eventuale ottimizzazione del sito per raggiungere i parametri di velocità ottimali.

 

Webpage Test

Il problema della geolocalizzazione viene superato anche da Webpage Test, in quanto questo strumento permette di verificare la velocità del sito da oltre quaranta paesi differenti. Inoltre, con questo tool si può verificare l’incidenza delle diverse tipologie di connessioni sulla velocità di caricamento: se, ad esempio, ci sono differenze di velocità tra collegamento Wi-Fi, cavo o DLS. Il report finale è caratterizzato dalla presenza di molte metriche utili per l’analisi del sito e comprende anche l’analisi della velocità da computer o da android. I dati forniti sono molti e rivolti a chi lavora con questo tipo di metriche, sebbene esso sia comunque un tool gratuito e molto efficiente, può essere indispensabile per chiunque si voglia approcciare all’ottimizzazione del proprio sito web.

 

GT Metrix

Questo è uno strumento gratuito per alcuni test, mentre altri più approfonditi sono a pagamento. Il test della velocità è sempre gratuito e fornisce il dato riguardante il tempo di caricamento, il peso della pagina, le prestazioni relazionate anche al tipo di connessione e l’influenza della localizzazione geografica. Altre analisi più avanzate, come l’uso di server differenti per testare varie velocità, sono a pagamento. GT Metrix è, tuttavia, uno degli strumenti più completi per eseguire i test di velocità su WordPress.

 

Quando ripetere i test per verificare la velocità del tuo sito wordpress?

Se il test della velocità ha riportato che il sito web è lento, è necessario apportare le adeguate modifiche per ottimizzarlo. In questo caso, il test della velocità andrà ripetuto dopo ogni modifica che si effettua su WordPress, in modo da monitorare che si stia procedendo correttamente verso una efficace velocizzazione del sito. Quando si è soddisfatti del risultato ottenuto, ovvero la velocità di caricamento è inferiore ai tre secondi, è bene ripetere i test periodicamente. Controllare la velocità, oltre che gli altri parametri, almeno una volta a settimana è consigliabile per coloro il cui lavoro dipende da una efficiente funzionalità del sito web. Per chi invece utilizza WordPress per diletto, il controllo della velocità si può effettuare una volta al mese.