wp-query-loop-personalizzati-700x294

Come creare Loop personalizzati per WordPress

Come creare Loop personalizzati per WordPress??

Se ti sei imbattuto da poco o se sei un vero sviluppatore wordpress, avrai sicuramente sentito parlare di uno dei strumentipiù potenti che la piattaforma offre.

andiamo subito nel vivo della questione e vediamo come realizzare un primo loop personalizzato, andando a mostrare soltanto gli articoli presenti nella categoria $x

<?php
    //Array di configurazione Loop
    $args = array(
        'cat' => $x
    );
    $loop = new WP_Query( $args );
    if( $loop->have_posts() ) :
        while( $loop->have_posts() ) : $loop->the_post();
?>

    <!-- siamo all'interno del'loop, possiamo stampare i nostri articoli ciclati uno alla volta  -->

<?php
        endwhile;
    else:
?>    

    <!-- se il loop non ci restituisce nulla, possiamo mostrare un messaggio che indichi che non sono presenti articoli -->

<?php
    endif;
    wp_reset_postdata();
?>

una volta dentro al singolo articolo, possiamo usare tranquillamente le funzioni, the_title(), the_content() che andranno a restituirci titolo e contenuto di un articolo, il tutto senza richiamare l’istanza $loop.

come-creare-un-plugin-per-wordpress

Come Creare un Plugin per WordPress

Quando è necessario creare un plugin per wordpress ??

effettuando una semplice ricerca su google, ti troverai difronte svariati siti, link o tutorial che con una semplice aggiunta al file functions.php, ci consigliano come effettuare delle semplici aggiunte al nostro tema, ma se dopo un po di tempo ci stufassimo di quel tema?? oppure se un cliente ci dice di cambiare veste grafica e quindi dobbiamo cambiare tema?? cosa facciamo perdiamo le modifiche ?? beh questo è uno dei casi in qui conviene creare un plugin ad hoc in modo da mantenere la portabilità delle modifiche in qualsiasi tema noi scegliessimo.

realizziamo il nostro primo plugin per wordpress

creiamo una cartella che chiameremo test
al suo interno creiamo un file test.php
cosa importante il nome della cartella e del file devono coincidere

all’interno del file test.php andiamo ad aggiungere quanto segue:

<?php
 /*
Plugin Name: Test
Plugin URI: http://www.robertosacchetti.com/come-creare-un-plugin-per-wordpress
Description: Descrizione
Author: Roberto Sacchetti
Version: 1.0
Author URI: http://www.robertosacchetti.com/
 */
?>

la cartella test andrà uplodata dentro la cartella /wp-content/plugin del nostro wordpress; Ora se andiamo nella sezione plugin vedremo una schermata simile:

come-creare-un-plugin-per-wordpress

benissimo il nostro primissimo plugin è stato creato.

freelance wordpress

portiamo un esempio pratico – mi è capitato di effettuare una ricerca per ‘freelance wordpress’ e di notare una richiesta di collaborazione:

WordPress freelance cercasi

Requisiti richiesti: (come i videogames)

ottima conoscenza  di:

  • xhtml/hml5/css (ce lò)
  • Photoshop(ce lò)
  • WordPress(ce lò)
  • Saper smanettare in php sarebbe gradito (ce lò) (ce lò)
  • Il candidato non deve essere avvezzo ad automatismi. Esempio: deve saper aggiornare WordPress “manualmente”. (ce lò) (ce lò)
  • Partita Iva/ritenuta d’acconto. (ce lò)
  • La sede è casa vostra o il vostro ufficio (ce lò)

quindi mi sono detto anche io sono un freelance wordpress ??
ebbene si anche io sono un freelance wordpress, oramai da 13 anni che sviluppo su php e il su citato CMS;
alcuni lavori li potrete vedere nel mio portfolio.

programmatore ruby

Ruby è…

Un linguaggio open-source dinamico che dà particolare rilevanza alla semplicità e alla produttività, dotato di una sintassi elegante, naturale da leggere e facile da scrivere.

Come cercare un programmatore ruby?

state cercando un programmatore ruby? beh i consigli sono sempre i stessi che abbiamo trattato nell’articolo come scegliere un programmatore freelance. Seguendo naturalmente determinati accorgimenti in quanto il linguaggio di programmazione ruby si differenzia dagli altri linguaggi web come il php, per determinati aspetti.

Quindi bisogna accettarsi che il programmatore ruby che abbiamo contattato abbia una esperienza (io consiglio almeno un anno) e che abbia prodotto alcuni progetti e siano visibili sul web.

Come Scegliere un Programmatore Freelance

Perché scegliere un programmatore freelance ?? Quali sono i vantaggi ?? andiamo a vedere man mano come mai si dovrebbe scegliere un programmatore freelance invece che un azienda.

    1. il Costo molte volte il costo è un fattore determinante nella scelta di un programmatore, anche a discapito delle conoscenze o della qualità.Infatti il costo di un programmatore freelance non raggiungerà mai i costi di un Azienda.
    2. costantemente aggiornati un programmatore freelance in virtù dei molteplici lavori o dello status di freelance deve costantemente tenersi aggiornato sulle nuove tecnologie web, e offrire ai suoi clienti sempre le migliori soluzioni.
    3. da committente a responsabile progetto a differenza delle aziende il committente avrà un filo diretto con colui che si occuperà del progetto dall’analisi al deploy e messa in produzione dell’intero progetto.
    4. una persona a differenza delle aziende il programmatore frelance è un lavoratore autonomo con qui si può instaurare un rapporto molto diretto, in modo tale che nel corso dello sviluppo del progetto non ci siano intoppi.

Programmatore freelance, come sceglierlo?Programmatore freelance, come sceglierlo?Programmatore freelance, come sceglierlo?Programmatore freelance, come sceglierlo?

Oggi voglio parlare dei vantaggi che si possono ottenere affidandosi ad un Programmatore Freelance , oggi anche le aziende italiane si rivolgono direttamente ad un Programmatore freelance piuttosto che ad un azienda di settore affidandosi ad un professionista specializzato. I vantaggi che l’azienda ha scegliendo un programmatore freelance sono:

1) Il primo vantaggio è quello riguardante i costi di produzione del progetto che si intende realizzare che vengono indubbiamente abbattuti poichè e i costi di un Programmatore Freelance non sono quelli di un azienda.

2) Il secondo e non per ordine di importanza è quello di poter comunicare direttamente con chi realizzerà il lavoro evitando intermediari e possibili errori di comunicazione.

3Il terzo è che un Programmatore Freelance è un lavoratore in proprio, avrà un comportamento sicuramente più di riguardo e motivato essendo imprenditore di se stesso, questo per le aziende è un’occasione per ottenere un’ottimo lavoro a un prezzo ridotto.

Sempre Aggiornato Un programmatore freelance sarà sempre aggiornato con le ultime tecnologie per fornire sempre un servizio di qualità, a differenza delle aziende che oggi fanno difficoltà a dedicare risorse per la ricerca e l’innovazione del proprio know how.

Project manager di se stesso Un Programmatore Freelance rappresenta per l’azienda un vero e proprio consulente a cui affidarsi per il pre e post produzione dei progetti da sviluppare .

corso on-line per freelance – anche per noi programmatori freelance

La definizione per il termine “Programmatore” su Wikipedia (“http://it.wikipedia.org/wiki/Programmatore”) riporta testualmente:
“Il programmatore (o coder) è il professionista che scrive dei programmi software in un determinato linguaggio di programmazione”.

sempre da Wikipedia prendiamo la definizione di : freelance (dall’inglese freelance worker) è un libero professionista in generale, indipendentemente dal settore specifico di attività.

programmatore + freelance = ?

programmatore freelance

bene ora che la nostra equazione ha dato i suoi frutti, voglio condividere un post, di un blog che seguo tantissimo:
link , beh cosa parla questo link: di un corso ?? il corso in Academy sarà un seminario online riguardo il Mondo Freelance.
per altre delucidazioni rimando al sito : www.juliusdesign.net .

#Freelance: Gestione Clienti

Non sempre, si riescono a soddisfare le esigenze, diverse di ogni singolo cliente, figuriamoci se queste richieste le moltiplichiamo per N. clienti; Cosa potrebbe accadere?? Innanzitutto incominciamo col dire che dobbiamo sempre star pronti a rispondere ad ogni esigenza naturalmente, nel pieno rispetto della persona e del lavoro,  secondo dobbiamo ottenere un buon metodo di lavoro e aggiornarci continuamente stando attenti alle nuove tecnologie che di solito ci aiutano aumentando la nostra qualità.
Una volta che queste considerazioni le abbiamo assimilate, andiamo a vedere alcuni consigli, che ho reperito su juliusdesign.net, un noto Blog, che propone una interessante campagna ‘di consigli, guide e suggerimenti‘, adatta ai #freelancer, come me medesimo.

 

  1. Scegli bene i Clienti
  2. Creare un Piano di lavoro Efficace
  3. Trovare Collaboratori fidati
  4. Decidere le Priorità
  5. Monitorare le fasi di Sviluppo